Tesori in frantumi

Una voce dall'abisso

Non premere mai “mi piace”. Infatti il tuo parere non conta nulla.

StopLike2
Da giorni tento invano di sospendere la funzione “like” sulla mia bacheca di Facebook. Non capisco perché sia WordPress che You-tube consentono di sospendere gli odiosi “like” mentre Facebook non lo consente. Invece il caro vecchio Splinder, deceduto al principio del 2012, non prevedeva proprio nessuna forma di “mi piace”: bei tempi, quelli. Anni prima di entrare in FB, quindi in tempi non sospetti, avevo già scritto un pezzo contro la barbarie dei “like” sul web, cui è seguita l’immediata rimozione della funzione like su WP. Infatti, la diffusione capillare delle forme di votazione in ogni sito web è andata di pari passo con la diffusione di una ideologia idiota secondo cui valore di un contenuto pubblicato sul web sarebbe direttamente proporzionale al numero di persone cui piace. E no: questo è diritto positivo, dittatura della maggioranza e relativismo morale. Se siete convinti che i “mi piace” determinino il valore di un contenuto, allora dal vostro punto di vista la pornografia dovrebbe essere la cosa migliore del mondo. Infatti, a livello mondiale i contenuti che ottengono il maggior numero di “like” ossia che ottengono il maggior numero di contatti e hanno maggiore successo sul mercato sono i contenuti pornografici. Sottoporre a votazione un contenuto significa sottoporla al giudizio di un immenso parlamento composto per il 90% di id… ehm gente priva di un sufficiente grado di istruzione, di gusto e di intelligenza.

Il fatto è che tu che metti i “like”, proprio tu, non sei nulla e non conti nulla. Il tuo parere non ha valore. Non me ne importa nulla se ti piace questo e non ti piace quello. Se hai qualcosa da dire, scrivila.

Inoltre sappiamo bene che i “like” da una parte sono oggetto di compravendita: se hai abbastanza soldi, ti puoi comprare pacchetti di followers mercenari del sudest asiatico su Twitter e FB. Sono anche oggetto di baratto: io metto “like” a te e tu per ricambiare metti “like” a me. Infine, su WordPress i “like” sono uno strumento ipocrita per fare pubblicità al proprio blog: io fingo di apprezzare il tuo post, che non ho neppure letto, solo per lasciare il loro del mio blog sul tuo blog. Inoltre, l’esperienza mi ha insegnato che la stragrande maggioranza dei “followers” su WordPress sono totalmente disinteressati ai blog che “followano”: fingono di seguirli nella speranza di essere ricambiati. Il messaggio sottinteso è: “Io mi sono iscritto al tuo blog, tu iscriviti al mio per riconoscenza”. Per quanto mi riguarda, scordatevelo.

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...